8 October 2018
Ospedale San Martino
1-rsz-w.jpeg
Status advancement work: 100%

Abbattimento ultimo diaframma Galleria San Martino

A Maggio 2018 viene posizionata la centina n° 1 che montata all'esterno della galleria naturale, funge da porta d'accesso allo scavo e il successivo giorno si inizia lo scavo vero e proprio della galleria con la demolizione dello strato di Spritz beton e l'abbattimento dei micropali della paratia, e la posa delle successive centine. Nel pozzo si procede con l'armatura delle pareti verticali e la casseratura per poter arrivare ad eseguire il primo getto sotto murazione in data Lunedì 28 Maggio.

Ad Aprile 2018 si conclude la fase di palificazione del pozzo e si inizia lo scavo per arrivare a quota trave, con la rimozione del materiale di risulta e la costruzione della trave di testata. Avviate e concluse le perforazioni per il consolidamento del campo di scavo in galleria. Nel pozzo si è realizzato il primo campo di scavo della profondità di 3 ml con le relative opere come lo spritz di regolarizzazione della superfice e l'impermeabilizzazione mediante geo tessuto da 500 g/mq e uno strato di PVC da 2 mm di spessore. 

il 9 Marzo 2018, il Direttore dei Lavori dispone la realizzazione dei micropali di coronamento del pozzo verticale aprendo cosi il secondo fronte su cui operare. Via via si ultima la palificazione del pozzo e si arriva a quota scavo della galleria, dove si posa la prima centina.

In data 29 Gennaio 2018 il Direttore dei Lavori dispone la riprese delle lavorazioni. La variante al progetto consiste nel variare l'asse di tracciamento del Tunnel 1 spostandosi di circa 20 metri a sinistra delle cavità per poi arrivare ad innestarsi col pozzo a cielo aperto tra i 2 Padiglioni oggetto degli interventi. La variante dell'asse di tracciamento comporta una nuova paratia che annulla e sostituisce quella precedentemente realizzata. Col passare dei giorni il cantiere inizia a prendere forma e una volta ultimati i pali della galleria si passa a realizzare le successive opere che sono il cordolo, i tiranti, lo spritz beton sui pali e i successivi ribassi con la rimozione e il trasporto in discarica del materiale di risulta.

In data 29 Novembre 2017, durante le fasi di perforazione per l'esecuzione dei tiranti sul muro esistente della galleria, si è riscontrato che ad una profondità di circa 6 ml rispetto alla superfice esterna la batteria di perforazione percepiva delle cavità all'interno del terreno che ne impedivano il proseguo delle lavorazioni. Convocata una riunione straordinaria, con tutti gli organi interessati, si è deciso di avviare una campagna esplorativa al fine di capire l'esatta natura delle cavità rinvenute e valutare la soluzione tecnica da adottare. Le attività di ispezione sono state tante e di vario genere, fino ad arrivare a creare un varco dall'alto che permetteva l'accesso all'interno di queste cavità in totale sicurezza. Una volta all'interno si è preso atto che si trattava di gallerie antiaeree costruite durante la seconda guerra mondiale e che interferivano coll'andamento planimetrico del Tunnel 1 come da progetto.  Necessaria una variante al progetto i lavori sono stati sospesi. Nell'arco di meno di 2 settimane si sono realizzati 180 ml di perforazione, armatura e getto micropali per poi realizzare il successivo cordolo di testata e i primi movimenti terra. Eseguite le opere preliminari, si è iniziato con la realizzazione della paratia per la galleria naturale. Si è iniziato con la realizzare di un solettone armato che più avanti servirà a consentire il traffico sulla parte superiore della galleria artificiale mentre sulla parte sottostante verrà eseguito lo scavo sotto copertura.


il 18 Ottobre 2017, l'impresa ha avviato le procedure per creare la sua struttura di cantiere facendo arrivare le prime macchine, il personale e il materiale necessario alle opere di cantierizzazione.
···
links

Copyright @2021 - All rights reserved   |   Privacy & Cookies
 
This site uses technical cookies, including from third parties, to improve the services offered and optimize the user experience.
Please read the privacy policy. By closing this banner you accept the privacy conditions and consent to the use of cookies.

SAVE & CLOSE